Translate

domenica 7 luglio 2013

Pata Negra. Il prosciutto iberico famoso nel mondo.

Il Pata negra l'ho sentito nominare per la prima volta nella fortunata serie televisiva: "Benvenuti a tavola".
Si racconta la storia di due cuochi eccelsi a confronto: il milanese Carlo Conforti (Fabrizio Bentivoglio) titolare del ristorante "Il Meneghino" ed il cilentano d'adozione Paolo Perrone (Giorgio Tirabassi) titolare del ristorante "Il Terrone".
In quella puntata l'attrice Vanessa Incontrada, arrivata dalla Spagna,  aveva portato in dono a Paolo Perrone il rinomato prosciutto Pata negra il quale, assaggiandolo, ne rimase estasiato dall'intenso gusto.
Combinazione, circa un mese dopo, sono stata gentilmente invitata all'evento "Taste of Milano", manifestazione delle eccellenze enogastronomiche e c'era uno stand che proponeva un Pata negra - Jamón ibérico de bellota (prosciutto iberico di ghianda) magistralmente tagliato a mano al momento. Ecco l'occasione per assaggiarlo!
Sono rimasta senza parole, una delle cose più buone che abbia assaggiato in vita mia, un gusto che non vorresti mai smettere di sentire in bocca.
Qui di seguito una breve descrizione delle caratteristiche di questa specialità.


Il Prosciutto e la Spalla iberica ("Pata Negra'') sono delle specialità deliziose della gastronomia spagnola. Si ricavano da maiali di razza iberica.
Si tratta senza dubbio di prodotti difficili da confrontare con gli altri tipi di prosciutti che sono sul mercato, tanto per la loro qualità, quanto per il loro prezzo.
Il maiale iberico ("cerdo iberico") é un animale unico che si trova esclusivamente nella zona sud-occidentale della penisola iberica (la provincia di Salamanca, l'Estremadura, l'Andalusia occidentale e la parte più orientale del Portogallo).   
La sua origine sta probabilmente nell'incrocio dei cinghiali europei, autoctoni, con i cinghiali mediterranei che furono introdotti dai Fenici al Sud della penisola, più o meno 2500 anni fa.
Il suo allevamento estensivo ha bisogno d'uno specifico ecosistema, la cosidetta ''dehesa'', caratterizzata da un vasto pascolo con una notevole densità di querce e sugheri, che é praticamente esclusiva di questa parte dell'Europa.
La sua alimentazione, il suo ecosistema e le sue caratteristiche morfologiche sono molto differenti da quelle dei comuni maiali bianchi, cosicché anche i suoi derivati lo sono.
Una delle particolarità di questa razza di maiali é che il suo tessuto adiposo non si accumula soltanto tra la pelle ed i muscoli, ma anche all'interno dei fasci muscolari, il che provoca che la carne appaia venata di grasso.
In effetti, sotto la cotenna di un prosciutto iberico possiamo trovare fino a tre centimetri di grasso, mentre la carne appare marezzata.
Ebbene, é proprio questo grasso intramuscolare che attribuisce quel sapore così intenso e caratteristico che é tipico del prosciutto iberico.
Inoltre, degli studi recenti hanno provato che il grasso del prosciutto iberico contiene una gran quantità di acido oleico (lo stesso dell'olio d'oliva) e che non solo il suo consumo fa diminuire l'indice di colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo cattivo), ma addirittura fa aumentare il livello di colesterolo HDL (il colesterolo buono) nel sangue...
Magnifico per il palato e perfetto per la salute: cos'altro gli si può chiedere?

Qui trovate un video che vi farà venire voglia di assaggiare questa vera prelibatezza che, almeno una volta nella vita, vale la pena di provare!
 
 

6 commenti:

  1. Interessanti info e delizie per il palato. Mai assaggiato questo prosciutto ma mi consolo con la specialità di casa nostra...il maialino d'oro del Salumificio F.lli Riva spa :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo ciao, fai conto che io vivo quasi in Emilia, patria di salumi d'eccellenza e che a me piacciono tantissimo.
      Devo però essere sincera ed ammettere che questi prosciutti iberici vanno ben più in là. Persino del pregiatissimo culatello di Zibello.
      Se ti capita prova, poi mi saprai dire! Ovviamente senza nulla togliere al maialino d'oro.
      Sai cosa facciamo? Ci pappiamo uno e l'altro...

      Elimina
  2. E' vero. Anche io ho visto quella puntata e non sapevo cosa era.
    Deve essere veramente buono. Già a vederlo.
    Augusta. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Augusta, questo prodotto sta sempre più prendendo piede da noi in Italia.
      Se ti capita di trovarlo in qualche negozio, prova ad assaggiarlo... Poi mi saprai dire!
      Un saluto, Lorena

      Elimina
  3. Questo prosciutto è veramente meraviglioso. Soprattutto quello di massima qualità, il pata negra bellota 100% iberico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperto solo due anni fa e me ne sono innamorata. E' una tra le cose più buone che abbia mai assaggiato. A presto, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...