Carciofi impanati e fritti

Amici buongiorno e BUON ANNO a tutti.
Un augurio che viene dal profondo del cuore, ne abbiamo proprio bisogno.
Quello di cui non avremmo bisogno invece è di questa ricettina. Eh si, dopo i giorni di festa, di bagordi e di esagerazioni avrei dovuto proporvi una ricetta molto più dietetica. Una minestrina, un riso in bianco, verdurine lesse ecc.
E invece no, un frittino tentatore!
Avete presente le patatine, i pistacchi o le noccioline? Ecco, anche con questi carciofi fritti è impossibile fermarsi finché il piatto non è vuoto.
Meravigliosamente croccanti e con la particolarità di lasciare in bocca una sensazione di dolcezza.
Sono ottimi sia da sgranocchiare insieme all'aperitivo oppure come contorno.
Provateli poi mi saprete dire!


Preparazione facile
Per 4 persone:
- 3 carciofi (io ho utilizzato la varietà "Mammole" senza spine)
- 3 uova
- pane grattugiato
- sale e pepe
- 1 limone
- olio di semi di arachidi o mais

Togliere le foglie esterne più dure dei carciofi, tagliarli a metà ed eliminare la barbetta e le spinette interne.
Raschiare il gambo dei carciofi e tenere solo la parte non legnosa.
Mettere in una ciotola con acqua e limone sia i carciofi che i gambi e lasciarli a bagno circa 15 minuti.
Nel frattempo mettere in un piatto fondo del pane grattugiato e in una ciotola sbattere le uova con sale e pepe.
Scolare i carciofi e tagliarli per la lunga a fettine sottili e i gambi a metà per la lunga.
Immergerli, poco per volta, nelle uova sbattute poi passarli nel pane grattugiato facendolo aderire bene.


In una larga padella fare scaldare l'olio e, raggiunta la giusta temperatura, friggere poco per volta i carciofi e i gambi prima da una parte poi dall'altra.
Una volta che hanno raggiunto una bella doratura, metterli un attimo su carta assorbente poi servirli subito. Vanno consumati molto caldi.

2 commenti

  1. Ciao io adoro i carciofi però qui non riesco a trovare quelli che poi tagliati cosi e fritti sono morbidi per mangiarli i miei sono duri. O li devo spolpare delle foglie e mi rimane un pugnetto e dato il costo quello che si mangia è poco...ma le mammole manco con il lanternino. Cè qualche trucco....
    Grazie e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige, anche i carciofi che compero io devo sfogliarli e tenere solo la parte interna che resta più tenera. Però le foglie esterne che tolgo non le butto via ma le faccio bollire in acqua una decina di minuti e poi faccio il pinzimonio.
      Purtroppo non conosco varietà di carciofi che si possano utilizzare per intero perché sono morbidi.
      Un caro saluto, Lorena

      Elimina

Professional Blog Designs by pipdig