Translate

lunedì 16 ottobre 2017

Frittelle di mele al profumo di cannella. Colpi di sole e bizzarrie da food blogger...

Quando mi siedo qui al computer per pubblicare una ricetta non so mai cosa scriverò in questo spazio, dedicato ai racconti, che precede la spiegazione vera e propria della preparazione di un piatto. Aspetto due minuti guardando la pagina bianca poi le parole arrivano da sole ma, questa volta, sapevo già in anticipo cosa vi avrei raccontato.
Io lavoro in un antico Convento, completamente ristrutturato ed adibito ora ad uffici, all’interno del quale è stato creato un bellissimo giardino all’italiana. Tra le varie essenze arboree presenti ci sono anche piante da frutta.
Volendo preparare nel week end queste buonissime frittelle di mele, venerdì ho pensato di raccogliere un piccolo rametto di pianta del melo per usarlo nelle fotografie che avrei fatto solo che, uscita dal lavoro, avevo appuntamento dalla parrucchiera e se avessi lasciato in macchina il rametto per qualche ora si sarebbe appassito. 
Ho pensato allora di portarmelo dietro chiedendo alla parrucchiera se mi poteva dare un bicchiere di acqua per tenerlo al fresco. Quando sono entrata in negozio Elena, la titolare, mi ha guardato stupita e forse ha pensato che le avessi portato un omaggio floreale e invece non si trattava altro che di una delle tante stranezze che noi food blogger facciamo quando dobbiamo reperire il materiale per i nostri set fotografici.
E comunque, per tutto il tempo che ho avuto la testa addobbata con la carta stagnola per fare i colpi di sole, le mie foglioline di melo nel bicchiere appoggiato sul mobiletto davanti a me mi hanno fatto compagnia e devo dire che si intonavano anche con i colori dell’arredo del negozio...

ricetta frittelle di mele al profumo di cannella

domenica 8 ottobre 2017

Fagioli zolfino con verzini al pomodoro... La Toscana in tavola

Una ricetta che ha il sapore di Toscana ma che ho personalizzato utilizzando dei verzini, che sono delle piccole salsicce di maiale magre e quindi più leggere, al posto delle normali salsicce.
Un secondo molto sostanzioso che può anche essere considerato un piatto unico... per noi lo è stato perché siamo in due e abbiamo finito una dose per quattro.
Se avete la fortuna di riuscire a reperire questi prelibati (e costosi) fagioli zolfino, il piatto sarà sicuramente più gustoso ma comunque vanno benissimo anche i cannellini secchi o, addirittura, se avete fretta vanno bene anche i cannellini in scatola che in questo caso non necessitano di ammollo e neanche di cottura in acqua.

 verzini al pomodoro con fagioli zolfino

venerdì 6 ottobre 2017

Tortino di patate e porcini freschi con fonduta di Parmigiano

Resoconto di una domenica mattina d'autunno...
Ore 9.15, apro gli occhi e dal tipo di luminosità che filtra dai vetri delle scale capisco che c'è un cielo bigio. Mi giro e mi rigiro nel letto per fare capire a mio marito che sono sveglia; è tradizione a casa nostra che il caffè della mattina lo prepara lui (io però il giorno prima ho fatto la torta di mele quindi ho contribuito).
Mentre lui è giù in cucina e io mi trastullo ancora un pochino a letto salgono i miei due gatti che, non avendomi visto per tutta la notte, hanno gli arretrati di coccole e mi si piazzano sullo stomaco cominciando a zampettare contendendosi il posto in prima fila per ricevere i miei baci e abbracci.
Finalmente arriva l'inconfondibile profumo di caffè, che fa tanto casa, è l'amorevole richiamo di mio marito: "Tesoro, c'è pronta la colazione" 💗
Mi alzo a fatica, spalanco la finestra della camera da letto e passo dal bel caldino del mio confortevole giaciglio alla tipica aria pungente di questo periodo.
Scendo barcollante, bacio del buongiorno e finalmente un buon caffè con fetta di torta e in televisione un vecchio film di Totò in bianco e nero.
Amo tantissimo la colazione del fine settimana perché posso metterci tutto il tempo che voglio senza dover controllare l'orologio.
Miao miao miao, i miei gatti esigono un pezzettino di torta quindi bisogna accontentarli.
Poi vado in bagno a rendermi presentabile e intanto penso a come organizzare il pranzo. Già, il pranzo della domenica è sacro anche perché è l'unico giorno che io e mio marito riusciamo a sederci a tavola insieme.
Quindi vediamo: i funghi da pulire, le patate da tagliare, il forno, come apparecchiare...

tortino di patate e funghi con fonduta di parmigiano

domenica 1 ottobre 2017

Ottobre... il calendario della natura


Un promemoria utile
per ricordare la frutta e la verdura di stagione

frutta e verdura di stagione

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...