sabato 18 gennaio 2014

Polpette di carne fritte... Croccanti fuori, morbide dentro

Si usa chiamarle anche "le misteriose".
Si sconsiglia infatti di mangiarle in posti non conosciuti e affidabili perché potrebbero riciclare avanzi "vecchi e misteriosi" per la loro preparazione.
Le polpette più buone vengono preparate proprio con avanzi di carne e così ho fatto anch'io.
Avevo mezza gallina nostrana surgelata che avevo usato per preparare un brodo di carne, un pezzo di magatello che avevo cucinato per fare il vitello tonnato ma era troppo asciutto e tre petti di pollo surgelati, avanzati perché è l'unica parte che a noi non piace.
Ovviamente però i miei avanzi non erano né vecchi né tantomeno misteriosi...
Il risultato è stato ottimo ed hanno avuto un gran successo tanto che mio marito ha detto che le mie polpette sono all'altezza di quelle che prepara mia mamma (notoriamente apprezzate per la loro bontà).

polpette di carne con avanzi
  
polpette di carne con avanzi
 
 
 
Per la preparazione delle polpette non c'è una ricetta specifica proprio perché si usano "gli avanzi" di carne (cotta).
Io avevo a disposizione questi: 
per 25/30 polpette:
- mezza gallina
- 3 petti di pollo
- 500 gr di magatello di vitello
- 150 gr di salsiccia
- 1 fetta da 80 gr di mortadella
- 1 panino raffermo
- latte
- 5 uova
- 5 cucchiai di formaggio grattugiato
- 1 spicchio di aglio
- prezzemolo
- una punta di noce moscata
- sale e pepe
- 100/150 gr di pangrattato
- olio per friggere
 
Rompere il panino raffermo e metterlo in una ciotola in ammollo nel latte tiepido per circa mezz'ora.
Spolpare la carne e togliere le parti grasse, tagliarla a piccoli pezzi quindi passarla nel mixer e sminuzzarla insieme alla mortadella, alla salsiccia e all'aglio (senza fare diventare poltiglia).
Mettere tutti gli ingredienti sminuzzati (per un peso di circa 1 kg) in una capiente ciotola e aggiungere il panino raffermo ammollato e ben strizzato, le uova, il formaggio grattugiato, una manciata di prezzemolo tritato, una punta di noce moscata, una macinata di pepe quindi salare.
Amalgamare accuratamente.


A questo punto è possibile preparare le polpette e ognuno sceglie di che grandezza le preferisce. Generalmente si preleva dalla ciotola una dose, sempre uguale, con un cucchiaio di legno.
Lavorare con le mani l'impasto fino a formare una palla leggermente schiacciata quindi passarla nel pangrattato. Così fino al termine dell'impasto. 
 
polpette

Ora le polpette sono pronte per essere fritte in una larga padella nella quale sarà stato versato abbondante olio per frittura. 
Disporle distanziate una dall'altra e farle ben dorare da entrambe le parti.
 
polpette

Una volta fritte disporle su carta assorbente per qualche minuto.
Si possono servire sia calde che appena tiepide e se avanzano si possono congelare.
 

11 commenti:

  1. mi sembri la mia gemella....anche a me non piacciono le parti stoppose e asciutte del pollo...quindi polpette anche qui..
    buona domenica
    Amelina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ahhahah Amelina, e meno male. Altrimenti le polpette con cosa le faremmo?
      Buona domenica.

      Elimina
  2. appetitose !!! sto sbavando come un cane di Pavlov!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Renata, sbava sbava... Erano proprio strabuonissime! Buona domenica, Lorena

      Elimina
  3. Io amo le polpette, difatti ieri ne ho preparata una variante light per il mio regime e mi son leccata i baffi mangiandone un paio anche oggi a pranzo, con gli avanzi non l'avevo mai ne sentita ne fatta, dovrò rimediare.Grazie per l'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no dai! Non mi dire che le fai con la carne trita appena comperata... Sicuramente buonissime, ma con gli avanzi...
      Se provi, fammi sapere. Ciao.

      Elimina
  4. Le polpette fritte sono sempre buone, e se poi sai con quali ingredienti sono fatte le mangi ancora più volentieri! Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Andrea, come dicevo nel post meglio diffidare e mangiarle a casa propria o solo da chi ci si fida...
      Buona domenica, Lorena

      Elimina
  5. Favolose, io uso farle solo con un tipo di carne, mollica di pane ammollata, prezzemolo, aglio evviaaaaaa. Mio maritom ama le polpette fatte con la carne cotta indifferente se mista (quella del brodo) e le fa lui ci aggiunge anche il formaggio.
    A Trieste si trovano le polpette fatte in certe buffet con i ritagli degli insaccati buone ma pesanti.
    Purtroppo fritto devo stare attenta e quindi mooolto raramente e per soddisfarmi le faccio al forno ma non è la stessa cosa :((
    Prendo nota delle tue devono essere SUPER e con le immagini spiegazioni super esaurienti. Grazie e buona fine settimana,.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Dimentica di specificare che sono per le polpette che partono da carne cruda che macino io anche a punta di coltello...mentre lo sfegatato del cotto è maritozzo e questa ricetta gliela passo pari patta sarà feliceeeeeeee.

      Elimina
    2. Ciao Edvige, allora a tuo marito potrebbero piacere le mie e anch'io metto il formaggio. Non avevo mai sentito la variante di Trieste, paese che vai...
      Un caro saluto, Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di Sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...