Translate

mercoledì 27 agosto 2014

La pasta fatta in casa: gli Gnocchi di patate

Chissà perché, gli gnocchi, sono un primo piatto gradito a tutti: grandi e piccini. Forse perché è possibile abbinarli a molti condimenti e quindi difficile non trovarne uno di proprio gradimento.
In agosto ho trascorso una settimana in montagna, a casa dei miei zii, con i miei genitori. Ha piovuto quasi tutto il tempo e, si sa, quando è brutto in montagna non c'è molto da fare se non stare in casa al caldo a guardare la tv o leggere... e a mangiare.
Io e mia mamma, una mattina, abbiamo preparato gli gnocchi.


Per circa 4/6 porzioni:
- 1 kg di patate farinose
- 400 gr di farina bianca (metà di questa andrà utilizzata per infarinare la spianatoia)
- 1 uovo
- sale

Fare lessare in acqua salata le patate con la pelle fino a perfetta cottura dopodiché spelarle e passarle nello schiacciapatate.
Una volta schiacciate tutte, lasciare intiepidire circa 10 minuti.
 
Un consiglio:
se non si ha la certezza della qualità delle patate, prima di togliere la pelle, inserirle nello schiacciapatate premendo leggermente per fare uscire tutta la loro acqua dopodiché pelarle e passarle nello schiacciapatate.
Infarinare abbondantemente una spianatoia (possibilmente non in legno) o il piano della cucina ed adagiarvi le patate schiacciate aggiungendo un pizzico di sale e l'uovo precedentemente sbattuto.
Impastare, delicatamente e per poco tempo, incorporando un po' per volta la farina (il meno possibile) fino ad ottenere un composto senza grumi, compatto ma soffice.
A questo punto tagliare una piccola parte dell'impasto e con le mani lavorarlo fino ad ottenere un filone dello spessore di circa 2 centimetri.
Con un coltello tagliare gli gnocchi e farli scivolare, con una leggera pressione del pollice, sulla forchetta o sull'apposito attrezzo rigato in legno.
Disporre gli gnocchi su una superficie infarinata, distanziati uno dall'altro.


Ripetere l'operazione con il restante impasto.
Una volta preparati lasciarli riposare per 20/30 minuti quindi farli cuocere in abbondante acqua salata cercando di mescolare il meno possibile e con molta delicatezza.
Appena salgono a galla prelevarli con una schiumarola e condirli subito mescolando con delicatezza per evitare di romperli e farli incollare.

 
Suggerimento: è possibile congelare gli gnocchi (non ancora cotti) posizionandoli distanziati uno dall'altro su un vassoio infarinato. 
Dopo circa due ore, quando si saranno congelati, si potranno mettere tutti insieme negli appositi sacchetti trasparenti.  Ora non potranno più attaccarsi tra di loro.
Successivamente, quando andranno utilizzati, basterà buttarli ancora congelati nella pentola con acqua bollente salata per la cottura.


14 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Ale, erano anche molto buoni.
      Un abbraccio e buona serata, Lorena

      Elimina
  2. Ciao Lorenza, che foto splendida...sono favolosi...bellissima
    presentazione! Bravissima!
    Un abbraccio Laura♥♡♥

    RispondiElimina
  3. Scusa Lorena, ti ho chiamato Lorenza!
    Laura:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema Laura. Grazie per i complimenti, bella la foto e tanto buoni gli gnocchi.
      Ho trovato le patate giuste e sono venuti proprio bene. Alla fine il segreto sta solo in questo!
      Un abbraccio, Lorena

      Elimina
  4. Uno spettacolo questi gnocchi domani compro le patate a pasta bianca al mercato e domenica....gnocchi per tutti. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manoela, mi raccomando di chiedere che siano patate farinose per fare gli gnocchi.
      Fammi sapere come sono venuti poi!
      Buona giornata anche a te, Lorena

      Elimina
  5. Adoro gli gnocchi!!
    Ciao,
    Tiziana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io Tiziana, poi sono davvero veloci e facili da preparare e versatili con ogni condimento.
      Meglio di così... A presto, Lorena

      Elimina
  6. Ma quanto sono buoni gli gnocchi!? Io li amo, in tutte le eversioni, i tuoi sono molti carini con i righini! Bravaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia, sono "gnocchi zebrati"! Carini e buonissimi.
      Buona serata, grazie e ciao. Lorena

      Elimina
  7. Ciao Lorena, ho visto i tuoi follower, siamo ormai tutti fuori target ;)
    A te decidere, grazie ugualmente del tuo messaggio e ciao!

    RispondiElimina
  8. Mi sembra troppa la quantità di farina usata, se le patate sono buone ne serve molto meno..200 g saranno sufficienti. Consiglio di usare metà farina 00 e metà semola rimacinata, in questo modo l'uovo sarà un ingrediente di cui si potrà fare a meno e si otterranno degli gnocchi più morbidi.
    Saluti, Egidio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Egidio, fai conto che molta farina serve per infarinare il piano di lavoro. Proverò sicuramente a seguire il tuo consiglio di utilizzare anche la semola.
      Ogni consiglio per migliorare è ben accetto. Un saluto, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...