sabato 31 ottobre 2015

Il fascino delle foglie secche e qualche modo per utilizzarle. Anche a tavola...

Nel paese vicino a dove vivo c'è un lunghissimo vialone dove, per tutta la sua lunghezza, su entrambe i marciapiedi ci sono degli altissimi Liquidambar.
Bellissimi alberi che in estate con le loro folte fronde creano molta ombra e danno un senso di pace ed è possibile sentire cinguettii di uccelli di tutte le specie.
Ma è in autunno che danno il loro meglio... probabilmente non tutti conosceranno il nome di questi alberi ma sicuramente dicendovi che ad ottobre si colorano di un acceso giallo arancione che poi si trasforma in rosso fuoco vi verrà in mente di che alberi sto parlando.
Ecco, per me questo è tempo di raccolta... Si, ogni anno passeggiando su questo vialone oltre a godere della bellezza di questi colori, scelgo a terra le foglie più belle e di diverse misure e diversi colori facendo attenzione che non siano bagnate.
Ne prendo in gran quantità perchè poi a casa ho modo di scegliere quelle più adatte.
Le metto sul tavolo e creo dei mazzetti, di circa 10 / 16 foglie, sovrapponendole dalle più grandi sotto alle più piccole sopra e alternando i vari colori per poi stringere i gambi propri o nel punto dove comincia la foglia con una corda, facendo un nodo a cappio (il nodo a cappio serve perchè, seccandosi, i gambi rimpiccioliscono e quindi la chiusura va stretta dopo qualche settimana) poi appoggio su un piano i mazzetti di foglie legate e facendo attenzione che le punte siano ben stese, sopra appoggio un giornale per due giorni.
Trascorsi i due giorni, le foglie al momento restano abbastanza piatte ma in pochi giorni seccando diventano ancor più belle perchè si gonfiano creando un particolare movimento e diverse sfumature di colori.
Ho scoperto che stanno molto bene attaccate a mazzetto alle chiavi dei mobili antichi. Nella mia sala ho una credenza e una cassapanca e le foglie danno un bellissimo contrasto.
Stanno bene anche solo appoggiate sul mobile con il pezzettino di corda lasciata lunga.

briciole di sapori
 
Stanno benissimo anche nella mia cucina attaccate ad una applique in stile rustico. La sera quando la accendo le foglie si illuminano e creano delle bellissime ombre.
Ovviamente, una volta secche, sono delicate e rischiano di rompersi le punte quindi ogni anno le rinnovo.
 
mobili antichi

Questi mazzetti di foglie stanno molto bene anche come chiusura di un pacco regato avvolto in carta color naturale.
Cambiando tipo di foglia, un bellissimo risultato lo si ottiene anche sulla tavola appoggiando sul tovagliolo due foglie tenute da una normale corda.
Si prestano sia per apparecchiature rustiche che eleganti.
 
apparecchiare
 
apparecchiare tovagliolo
 
Guardatevi in giro, questo è il periodo...
 

6 commenti:

  1. Che bellissime idee e sempre di gran gusto tu :-) Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Consu, mi fa piacere le abbia trovate di tuo gradimento.
      Un super abbraccio e buon fine settimana, Lorena

      Elimina
  2. Bella l'idea che hai avuto, bella e quieta la descrizione della tua creazione. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beatrice, sono contenta ti sia piaciuta. Davvero.
      Buonissima domenica, Lorena

      Elimina
  3. Ciao Lorena, hai proprio un blog ricco di ricette e ben curato, complimenti! Io sono alle prime armi e per ora posso solo imparare da blog come il tuo. Buon week end.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina e benvenuta nel mondo dei food blogger. Ti ringrazio tantissimo per i complimenti, che piacere!
      Come è giusto che sia, nel tempo prenderai ispirazione guardandoti in giro ma poi arriverai a dare una tua personale impronta al blog, l'importante è non prendere il tutto troppo sul serio e divertirsi.
      Un abbraccio e grazie per esserti unita ai miei lettori. Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...