Translate

giovedì 4 febbraio 2016

Orzo con radicchio e granella di nocciole. Un accostamento piacevole e sano

E poi, dalla sera alla mattina, tutto cambia...
Più di 15 anni nello stesso posto di lavoro con i soliti ritmi, i soliti colleghi, più o meno i soliti compiti e a pranzo nel solito posto. Poi all'improvviso la comunicazione che a breve tutto cambierà.
Nuova sede in altra zona, ritmi e colleghi diversi, completamente diversi i compiti. E mi chiedo se a 50 anni si può avere ancora la voglia e l'entusiasmo di ricominciare tutto daccapo.
Questa nuova esperienza un po' mi spaventa ma poi penso che l'importante è che quando la sera torno a casa mia trovo tutto l'amore del mondo, l'importante è non smettere di sognare e importante è continuare a sentire l'affetto di tutti voi.
E poi chissà... magari una volta che mi sarò abituata alla nuova situazione ne sarò contenta.
Ed ora passiamo a questa ricetta che ho trovato su una tabella di botanica della mia amica Ginevra. Sarà perché io amo l'orzo in tutte le sue preparazioni e quindi anche in questa versione mi è piaciuto. Purtroppo il colore del radicchio cotto è un po' spento ma pazienza, l'importante è che sia buono e salutare.

ricette con l'orzo

ricette con l'orzo

 

Per 4 persone:
- 250 gr di orzo
- 700 gr circa di radicchio rosso (sono 3 cespi medi)
- 80 gr di nocciole sgusciate
- 200 ml di panna
- pepe o peperoncino
- 1 cipolla media
- 1 spicchio di aglio
- sale
- olio extra vergine di oliva

Eliminare il torsolo bianco del radicchio, tagliarlo a striscioline sottili poi a pezzetti quindi lavarlo bene.
Tritare grossolanamente le nocciole.


Cuocere l'orzo in abbondante acqua salata.
Nel frattempo, in una larga padella, fare rosolare in olio extra vergine di oliva la cipolla e l'aglio finemente tagliati quindi aggiungere il radicchio, salare e lasciare appassire mescolando spesso.
Appena il radicchio si sarà scurito aggiungere la granella di nocciole, mezzo bicchiere di acqua tiepida e continuare la cottura fino a completo assorbimento.
Una volta cotto l'orzo scolarlo e unirlo al radicchio, aggiungere la panna, una macinata di pepe oppure un pizzico di peperoncino e lasciare insaporire a fuoco medio ancora un minuto.
Servire ben caldo.

Ho accompagnato questo piatto con un vino di grande soddisfazione: il Teroldego Petramontis proveniente dalla zona Dolomitica del Trentino e prodotto dall'Azienda vitivinicola Villa Corniole.

vini trentini


6 commenti:

  1. Cara Lorena, immagino come tu ti possa sentire, spero che la nuova sede non sia troppo distante da casa.
    Comunque noi saremo sempre qui a seguirti... Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che carina che sei Verbena, grazie grazie grazie. Speriamo in bene...
      Lorena

      Elimina
  2. I cambiamenti spesso spaventano ma non sempre vengono x nuocere..sono sicura che nella nuova condizione sarai ancora più stimolata :-) In bocca al lupo :-)
    Anch'io amo l'orzo e con questi abbinamenti mi fa davvero sognare ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Consu, mi piacerebbe davvero fosse così... Vedremo.
      Ti auguro una buona serata, Lorena

      Elimina
  3. Mi piace molto l'orzo, ottimo con il radicchio, un piatto stagionale e gustoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara. Si, gustoso salutare e di stagione.
      Buon fine settimana, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...