lunedì 28 novembre 2016

Fettuccine al farro con cima di rapa, salsiccia e pomodorini secchi sott'olio

Esiste già questo piatto? Non lo so perchè ancora non ho fatto ricerche in internet e quindi non posso essere stata influenzata ma certo è che l'idea di abbinare questi ingredienti mi è venuta quando, tirando fuori dal frigorifero la cima di rapa per farla con le acciughe, ho visto la confezione di salsiccia che avevo preso per un'altra preparazione.
E i pomodorini secchi sott'olio? Beh, quelli manca poco che li uso anche per fare colazione... Mi piacciono tantissimo e appena posso li utilizzo.
Quindi la decisione di cambiare menù e non solo, mi sono ricordata che avevo in dispensa una confezione di fettuccine al farro che avevo acquistato tre settimane fa ed ho pensato di utilizzarla per questo piatto. Pasta secca ma davvero molto molto buona e ruvida, un ottimo compromesso per chi come me non ha tempo di fare la pasta in casa ma non vuole rinunciare alla qualità. 
Quando ci siamo messi a tavola e abbiamo assaggiato la prima forchettata, non ho detto nulla e ho aspettato la reazione di mio marito; ha strabuzzato gli occhi e, pur non essendo sua abitudine parlare a bocca piena, ha farfugliato qualcosa di incomprensibile facendomi capire che era di suo gradimento. E ci credo... era davvero strepitosa!
Come è nostra abitudine, alla fine non ci siamo fatti mancare la "scarpetta" con il mio pane fatto in casa il giorno prima.
Un piatto semplicissimo ma che vi consiglio vivamente di provare.
 
luciana mosconi fettuccine al farro
 
pasta luciana mosconi
 
Dalla mia cantina dei vini ho scelto in abbinamento a questo primo piatto un eccellente rosso trentino, un Teroldego Petramontis, prodotto dall'Azienda vitivinicola Villa Corniole.
 
villa corniole
 
 

Per 4 persone:
- per la quantità di pasta regolarsi in base alle proprie abitudini
  (io ho utilizzato 350 gr di fettuccine al farro)
- 1 kg di cima di rapa
- 300 gr di salsiccia
- 8 o 10 pomodorini secchi sott'olio
- 1 piccolo peperoncino secco
- 2 spicchi di aglio
- olio e.v.o.
- sale

Per questa ricetta si utilizzano sia le foglie che le infiorescenze della cima di rapa.
Eliminare la parte più dura del gambo dopodichè lavarla accuratamente, scolarla, tagliare grossolanamente le foglie e mettere a parte  le infiorescenze.
Rompere a piccoli bocconcini la salsiccia e tagliare a striscioline i pomodorini secchi sott'olio.
In una larga padella fare dorare i due spicchi di aglio e il peperoncino sbriciolato in una buona dose di olio extra vergine di oliva.
Aggiungere i bocconcini di salsiccia e i pomodorini tagliati, mescolare e fare cuocere 5 minuti con il coperchio leggermente scostato.
A questo punto aggiungere solo le foglie della cima di rapa, regolare di sale, mescolare e fare cuocere per circa 10 minuti dopodichè aggiungere anche le infiorescenze e fare cuocere ancora 10 minuti.
Nel frattempo fare cuocere la pasta e quando è ancora al dente, con una schiumarola prelevarla e farle finire la cottura nella padella con la cima di rapa e, se dovesse servire, aggiungere un poco di acqua di cottura della pasta.
Mescolare bene ma delicatamente per non rompere le infiorescenze.

luciana mosconi

Servire ben calda con un goccio di olio extra vergine di oliva a crudo e, volendo, una grattugiata di Parmigiano Reggiano.
 

8 commenti:

  1. Un abbinamento davvero delizioso :-) Buona settimana Lore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara Consu e buona settimana anche a te. Lorena

      Elimina
  2. Favoloso l unica nota i pomodori secchi quelli pronti non mi piacciono devo trovarli e farli poi io. Buono il farro e dai ha un indice glicemico più basso della pasta bianca. Grazie preso nota ovvero copiata buona giornata �� �� ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooo Edvige, i pomodorini secchi sott'olio che ho usato li ha fatti mio papá, anche a me non piacciono quelli in vendita.
      Se la fai, poi dimmi... un abbraccione, Lorena

      Elimina
    2. Buonissimo!!! questo primo piatto, mi fa venire l'acquolina :) splendido abbinamento con i pomodori secchi, solitamente li acquisto al mercato non conditi e li adopero per le mie ricette,ottima idea per il ripieno dei miei panzerottini, cime di rapa,salsiccia, riotta, grana e pomodorini :) bacioni e felice giornata

      Elimina
    3. Ciao, pensa che fino ad una decina di anni fa i pomodorini secchi sott'olio non mi piacevano proprio. Da quando mio papá ha cominciato a farli in casa e a farmeli assaggiare... non ho più potuto farne a meno!
      Ora li utilizzo in cucina appena posso e, anche qui, mi sembrava ci stessero proprio bene. Ed avevo ragione...
      Sicuramente i tuoi panzerottini saranno squisiti, beati chi se li mangia!
      Ti auguro buonissima giornata, grazie per il commento e fammi sapere come sono venuti.
      Lorena

      Elimina
  3. Mi piace come apparecchi la tua tavolo e come rendi unico ogni tuo piatto. Non so se la ricetta fosse mai esistita prima, ma sicuramente l'impatto che ha suscitato nei miei occhi, ed immagino all'assaggio sul mio palato, vale più di mille altre versioni! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita che bei complimenti! Ma grazie mille cara, sono molto contenta che ti sia piaciuta sia la tavola che il piatto. Ti consiglio di provarlo perchè è davvero buonissimo.
      Ti ringrazio ancora e ti auguro un felice fine settimana, Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di Sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...