Translate

giovedì 19 ottobre 2017

Come pulire il cavolo nero velocemente. Meglio tardi che mai...

E io per anni sono stata lì a tagliare con il coltello la costa dura del cavolo nero, foglia per foglia...
Un lavoro odiosissimo tanto che spesso mi passava la voglia di comperarlo anche quando lo vedevo sui banchi del mercato, bellissimo e nel pieno della sua stagione.
Un giorno dello scorso anno però, vista una ricetta davvero invogliante con ingrediente principale il cavolo nero, l’ho comperato lo stesso e rassegnata ho cominciato ad usare il coltello per eliminare la costa poi non so come mai mi è venuta un’illuminazione... ho provato a prendere la foglia dalla base e tirare. Come per magia, in un attimo, mi sono trovata tra le mani la parte morbida da utilizzare per la preparazione.
Ora il cavolo nero non lo temo più...
Ancora un paio di settimane e poi finalmente lo vedremo ripresentarsi ovunque venga venduta della verdura. Ricordate però che sono le prime gelate a rendere le foglie più tenere e saporite.
Nel video vi spiego bene come fare.


6 commenti:

  1. Non ci posso credere. Io adoro questa verdura che ho scoperto andando in vacanza in Toscana due anni fa ma detesto doverla pulire. Anch’io faccio come facevi tu, tutto a coltello. Un lavoraccio, ma è una delle poche verdure che mio figlio mangia e quindi, appena comincia il periodo, la compero spessissimo.
    Grazie e grazie ancora per questo video che ha illuminato anche me e d’ora in poi comprerò il cavolo nero a cuor leggero.
    Felice di essere approdata su questo blog che mi piace moltissimo. Un saluto da Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, sei riuscita a farmi sorridere. Hai visto quanto tempo abbiamo perso quando poi, con semplici mosse, si poteva ottenere lo stesso risultato.
      Beh! Come ho scritto, meglio tardi che mai...
      Grazie per i complimenti e ti aspetto ancora.
      Felice serata, Lorena

      Elimina
  2. Qui in Sicilia si trova molto di rado. L'ho provato in toscana e mi è piaciuto moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gufetta, forse perché in Sicilia fa troppo caldo ed il cavolo nero sta meglio con le gelate. Peccato perché è davvero buono e lo si può utilizzare in moltissimi piatti, oltre alla famosa ribollita che avrai assaggiato tu in Toscana.
      Una buona serata e grazie, Lorena

      Elimina
  3. Carissim amica peccato che non hai pensato a me.... io faccio sempre cosi ovviamente me l'ha insegnato la mia amica fiorentina tantissimi anni fa quando il cavolo nero a Trieste nessuno lo conosceva. A me piace anche cotto tritato non finissimo passato con le acciughe e su crostoni di pane sciocco tostato. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco vedi? Io invece presa dalla disperazione ho pensato che dovesse esserci un modo più veloce e così ho scoperto questo metodo.
      Io amo il cavolo nero in tutti i modi.
      Ciao, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...