sabato 27 giugno 2015

Spaghetti con pesce spada, pomodorini e granella di pistacchi di Bronte

Buongiorno amiche e buon sabato.
Una giornata magnifica con temperatura ottimale e una piacevole brezza che mi ha fatto quasi pensare di essere in un posto di mare invece che in piena campagna.
Per completare il quadro niente di più indicato di questo ottimo e gustoso primo di pesce, anche raffinato se volete ma estremamente facile e veloce da preparare, con un risultato "da leccarsi i baffi... e il piatto".
Per essere perfetto, mancava solo di poterlo gustare su una terrazza vista mare!
 
primi di pesce pistacchi di bronte

primi di pesce pistacchi di bronte

 
Per 4 persone:
- per la quantità di pasta regolarsi in base alle proprie abitudini
   (io ho utilizzato 400 gr di spaghetti)
- 1 fetta di pesce spada tagliata alta non meno di 1 cm
- 150/200 gr di pomodorini
- 100 gr di pistacchi spelati (o granella di pistacchi)
- vino bianco secco
- 2 spicchi di aglio
- olio e.v.o.
- sale
 
Togliere la pelle alla fetta di pesce spada, risciacquarlo e tagliarlo a dadini.
Se non si dispone di granella di pistacchi, tritare grossolanamente nel mixer i pistacchi spelati (come da fotografia).
Lavare e tagliare in quattro i pomodorini, metterli in un colino a fori larghi e scuotere delicatamente per fargli perdere i semini e l'acqua. 

 
In una larga padella fare dorare l'aglio in olio extra vergine di oliva quindi aggiungere il pesce spada e spruzzare con vino bianco. Mescolare delicatamente per non rompere il pesce.
Appena il pesce diventa bianco (2 o 3 minuti) aggiungere i pomodorini e salare.
Lasciare cuocere circa 10 minuti a fuoco medio dopodiché aggiungere la granella di pistacchi. Se il sugo risulta troppo asciutto, aggiungere un goccio di acqua tiepida.
Lasciare sul fuoco ancora 5 minuti e ricordarsi di togliere gli spicchi di aglio.
Scolare la pasta al dente e fare finire la cottura in padella con lo spada, a fuoco vivace.
 

A piacere, servire con  un goccio di olio extra vergine di oliva a crudo. 
 
Ottimo, proprio per un utilizzo a crudo che ne fa apprezzare tutto il suo sapore, il mio olio extra vergine di oliva toscano prodotto dall'Azienda agricola Talente. 

 

Consiglio: a volte, quando si cerca l'aglio per eliminarlo dalla padella a fine cottura, si fatica a trovarlo in mezzo agli altri ingredienti. Si confonde con il colore.
Allora ho escogitato un trucco che funziona; infilzo da parte a parte gli spicchi di aglio con uno stuzzicadente in modo che quando devo toglierli riesco ad individuarli subito.
 

4 commenti:

  1. Ciao complimenti, ho realizzato la tua ricetta ed è venuta squisita, non avevo mai pensato di usare i pistacchi nella pasta e soprattutto con il pesce spada. Io invece dei pomodorini freschi per ho usato questi http://www.lafiammante.it/prodotti/pomodori/pomodorini/pomodorini-ciliegini e ho sbagliato forse a non scolarli perchè è venuto tutto troppo sugoso, ad ogni modo ricetta davvero ottima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonia, sono proprio contenta ti sia piaciuta. Effettivamente è necessario che i pomodorini siano ben scolati proprio per evitare che il sugo sia troppo liquido.
      Vedrai che la prossima volta sarà perfetta!
      Ti ringrazio di essere passata sul mio blog e spero tornerai per nuove ricette. Buona serata, Lorena

      Elimina
  2. Ciao, ieri ho cucinato questo piato per fare colpo sul mio ragazzo che mi prende sempre in giro in cucina.... È andato alla grande! Buonissimo :))))
    Se volete fare una bella figura è la ricetta giusta!!! Grazie mille!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda Deborah, non sai come sono contenta. Questa è una ricetta di grande successo perchè è facile e raffinata al tempo stesso.
      Mi fa davvero piacere che il tuo ragazzo abbia apprezzato. Ti mando un grosso abbraccio e ti auguro buone vacanze.
      Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...