Translate

mercoledì 26 febbraio 2014

Le miracolose bacche di Goji. Conosciamole meglio.

Si va diffondendo sempre più nel mondo il consumo di bacche di Goji, piccoli frutti dal colore rosso brillante ed il cui contenuto nutrizionale è assolutamente unico per tutta una serie di fattori.
Queste bacche crescono unicamente su un arbusto originario della Mongolia e sembra che davvero, in questi piccoli frutti, sia racchiuso un elisir di lunga vita dal momento che contengono di tutto di più!
 
bacche di goji

22 polisaccaridi, che rinforzano il sistema immunitario, diversi carotenoidi, 21 elementi tra i quali il germanio, assai raro da trovare negli alimenti e potentissimo antiossidante, la vitamina C AA-2betaG, con proprietà antiossidanti di molto superiori a quelle della vitamina C, acidi grassi essenziali come gli omega 3 e 18 aminoacidi tra i quali 8 essenziali; una vera fonte della giovinezza.
Se decidete di acquistarle prestate però attenzione a cosa comprate esattamente.

Tutte le fasi di lavorazione e di conservazione di queste bacche sono rigorosamente categorizzate; dalla raccolta, che va fatta utilizzando speciali guanti per evitare il contatto diretto con la pelle, all'imbustamento a chiusura ermetica, che va effettuato in buste scure per evitare il contatto della luce.
Quindi evitate di comprare quelle bacche in confezioni trasparenti che ne mostrino il contenuto in quanto la luce da sola è sufficiente a far perdere molte delle proprietà.

bacche di goji

Oltre che come integratori quotidiani, queste bacche sono consigliate nei casi di stanchezza cronica, affaticamento visivo, prima e dopo una gara sportiva, nei casi di dieta vegana o vegetariana o di dieta non equilibrata, mentre sono sconsigliate nei casi di terapie con anticoagulanti e allergie dichiarate ai pomodori.

(Testo e immagini tratte da  www.buonissimo.org)
 

2 commenti:

  1. Grazie di queste accurate informazioni, Lorena. Proprio oggi ho cucinato del pollo unendo agli ingredienti questi piccoli, preziosissimi frutti.
    Un abbraccio e buona serata.
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che non sapevo si potessero abbinare anche al cibo? Vengo subito a vedere la tua ricetta...
      Un saluto, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...