mercoledì 1 ottobre 2014

Risotto con salsiccia e fagioli borlotti. Una ricetta di famiglia...

"El risutìn" (il risotto) come si dice in dialetto milanese, da queste parti è usanza cucinarlo in moltissimi modi e con svariati ingredienti: carne, pesce, verdura, formaggio, vino, frutta, ecc. Tutti ottimi!
Il risotto con la salsiccia e fagioli è però uno dei miei preferiti ed è presente sulla tavola della mia famiglia da sempre. Ricordo che lo mangiavo quando ero bambina e lo cucinava mia mamma e, prima di lei, mia nonna.
Un primo piatto che non mancava mai quando si andava a mangiare in campagna in quelle trattorie tipiche.
Un piatto considerato "cucina povera" ma ricco di gusto.
 
 
 


Per 4 persone:
- per la quantità di riso regolarsi in base alle proprie abitudini
  (io ne ho utilizzato 350 gr)
- 1 lt di brodo di carne/pollo (in mancanza usare brodo di dado)
- 250 gr di salsiccia
- 200 gr di fagioli borlotti (vanno benissimo anche quelli in scatola)
- mezzo bicchiere di vino bianco secco
- 1 foglia di alloro piccola
- 1 cipolla piccola
- sale e pepe
- olio e.v.o.
- burro (circa 1 cucchiaio)
- 30 gr circa di formaggio grattugiato

Scaldare il brodo e tenerlo poi a fuoco basso.
In un tegame (io uso quello in terracotta) fare soffriggere la fogliolina di alloro e la cipolla, finemente tagliata, in poco olio extra vergine di oliva quindi aggiungere la salsiccia spelata e spezzettata in piccole parti.
Fare cuocere circa 10 minuti.


A questo punto aggiungere il riso, bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare.
Ora versare un mestolo di brodo. Quando il riso lo avrà quasi completamente assorbito, aggiungerne un altro e proseguire così.
Regolare di sale.
A metà cottura aggiungere i fagioli borlotti scolati dalla loro acqua.
A cottura ultimata (il chicco di riso deve rimanere leggermente al dente), spegnere il fuoco e aggiungere il burro e il formaggio grattugiato, mescolare velocemente e lasciare riposare 2 minuti.
Servire con una macinata di pepe.

Consiglio: il risotto va mescolato il meno possibile per evitare la rottura dei chicchi e va utilizzato un cucchiaio di legno, meglio se con il buco in mezzo.


8 commenti:

  1. Che belle le ricette di famiglia..hanno tutt'altro sapore ^_^
    Buona serata cara <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Consu, oltre ad essere buoni richiamano alla mente bei ricordi.
      Buonissima serata, Lorena

      Elimina
  2. Risposte
    1. Anche molto buono Ale! Grazie e un abbraccio, Lorena

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie mille Gunter, avrei voluto fartelo assaggiare!
      Lorena

      Elimina
  4. Buonissimo e golosissimooo e proprio adatto al periodo! Complimentiiiiii
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Bruna, si è proprio adatto.
      Questo periodo mi piace tanto perché si comincia a cucinare quei bei piattini sostanziosi e dai colori autunnali.
      Un abbraccio e buona domenica. Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...