Translate

mercoledì 28 ottobre 2015

Fasulin de l’òc cun le Cudeghe. 31 ottobre e 1 novembre, 7 e 8 novembre 2015 a Pizzighettone (Cremona)

23° Fasulin de l’òc cun le Cudeghe (Fagiolini dall'Occhio con le Cotenne)
31 ottobre e 1 novembre
7 e 8 novembre ore 11-23

festa del fasulin pizzighettone
Visita il sito: www.fasulin.com

La Festa
Dopo il record delle 25 mila presenze dell'edizione 2014 - turisti e buongustai di tutte le età e da tutta Italia tra cui oltre 400 camperisti - Pizzighettone torna a diventare tra Ottobre e Novembre (solennità dei Defunti ed Ognissanti) la Capitale dei ‘Fasulin de l’òc cun le Cudeghe’ (Fagiolini dall’occhio con le cotenne), con l'omonima maratona gastronomica dentro le mura (riscaldate) che anche quest'anno va in scena nella versione del doppio week end: sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre e di nuovo sabato 7 e domenica 8 novembre.
Durante la festa non c'è possibilità di prenotare i tavoli. Proprio per questo il Gruppo Volontari Mura, promotore e factotum della maratona gastronomica, anche quest'anno ha fissato due serate in cui visitatori e buongustai potranno prenotare un posto a tavola, nei due venerdì che precedono l'apertura della rassegna: venerdì 30 ottobre e venerdì 6 novembre, con cena a self service (come durante la festa) a partire dalle ore 19.00.
Fasulin de l'òc cun le cudeghe: un piatto povero ma gustoso, un tempo servito il 2 novembre nelle osterie del paese, in concomitanza col rituale dell'uccisione del maiale nelle cascine di cui non si buttava nulla, cotenne comprese.
La grande rassegna gastronomica è dedicata al piatto tipico pizzighettonese delle solennità dei Defunti, rispolverato dal cassetto delle tradizioni gastronomiche locali dal Gruppo Volontari Mura Pizzighettone onlus col doppio obiettivo di riscoprire i sapori perduti del territorio e di raccogliere con fondi che vengono ogni anno totalmente reinvestiti per il proseguo dei lavori di recupero e manutenzione della cortina muraria (tra le più complete e meglio conservate in Alta Italia) al fine della salvaguardia, manutenzione, riutilizzo e pubblica fruibilità.
Chi arriva nella città murata in questa occasione dunque, non solo può gustare delle prelibatezze e delle bellezze del borgo ma contribuisce anche a recuperare l'immenso patrimonio storico e culturale che lo circonda per intero, all'interno del quale si svolge la maratona gastronomica.
Come già dalla scorsa edizione 2014, sono confermati 1.000 posti a sedere nelle mura per la degustazione, nell'ottica di soddisfare il grande e crescente afflusso di pubblico ma anche di offrire un servizio migliore alle migliaia di visitatori e buongustai che ogni anno prendono dall'assalto le tavole della rassegna. In quest'ottica, l'edizione 2015 vede proseguire quel lavoro di incremento e razionalizzazione degli spazi riservati alle casse, alle 'isole di distribuzione' e ai vari servizi per un miglioramento della logistica al fine di contenere al minimo i tempi d'attesa e permettere quindi ai visitatori di apprezzare al meglio la festa.

2 commenti:

  1. che bellezza questo evento!

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che bontà non vogliamo aggiungerlo? Ciao Simu, sei mai stato? Io quasi tutti gli anni ed è una manifestazione molto particolare e che richiam moltissima gente da tutta Italia.
      Un saluto e grazie per il commento, Lorena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...