lunedì 14 marzo 2016

Mastro Birraio, la Fiera della birra artigianale. Dall'8 al 25 aprile 2016 a Santa Lucia di Piave (Treviso)

Primo lustro di attività per la Fiera della Birra artigianale Mastro Birraio di Santa Lucia di Piave, il più lungo evento del settore in Italia: dopo l’estensione a tre fine settimana della 4° edizione, che ha visto oltre 30 mila visitatori passare per i suoi padiglioni, la 5° fa un ulteriore passo avanti aggiungendo un giorno di apertura con il 25 aprile e domenica 24 aprile vedrà un’apertura straordinaria, dalle 10 del mattino all’1 la notte.
Operatori e appassionati avranno così ancora più tempo per incontrarsi, confrontarsi, e degustare le creazioni dei 60 birrifici presenti.
 
fiera della birra artigianale aprile
Visita il sito: www.fierabirra.it
 
Si inizia venerdì 8 aprile alle ore 18 con i birrifici italiani: gli affezionati di Santa Lucia ricorderanno “pietre miliari” della kermesse come il Jeb di Trivero (Biella) – guidato da una delle pioniere delle “quote rosa” tra le birraie italiane, Chiara Baù –, Montegioco, Brasseria Alpina, Croce di Malto, La Buttiga e Retorto; ma non mancheranno le novità, come il Birrificio di Cagliari, il milanese Hibu e il pluripremiato Elvo con le sue birre in stile tedesco.
Da venerdì 15 a domenica 17 è invece la volta di chi “gioca in casa”, i birrifici triveneti: anche qui, ai “fedelissimi” come Benaco 70, Camerini, Zahre, Bradipongo, Acelum si uniranno nomi nuovi come Brew Gruff, Borderline, Birrificio del Doge e Santjago.
Dal 22 al 25 aprile spazio invece al resto d’Europa, con una quattro giorni particolarmente ricca: si va dalla tradizione belga – con marchi rinomati come Lupulus, Caulier, La Roche e De Ranke – a quella tedesca – quest’anno anche con Kitzmann e Schonramer –, a quella spagnola, a quella americana, a quella ceca – con la “chicca” della Zelené, la birra verde di Malastrana a cui la clorofilla conferisce il caratteristico colore.
Anche qui non mancano le novità: fa infatti il suo ingresso il celebre birrificio scozzese Brewdog, un vero e proprio pezzo di storia del panorama birrario britannico, l’austriaco Bevog e debuttano la Francia e l’Irlanda con la Brasserie Alphand e Durgarvan.
Il calendario di incontri del 2016 avrà tra i tanti appuntamenti un occhio di riguardo per i sempre più numerosi appassionati della birra fatta in casa, con “Le domeniche homebrewer” condotte da tre esperti di quest’arte: il 10 aprile alle ore 17 René Vacilotto condurrà alla scoperta delle materie prime, la domenica successiva Paolo Erne analizzerà i costi e le varie possibilità, per concludere domenica 24 con il presidente del Movimento Birraio Italiano (MoBi) Gianriccardo Corbo che svelerà tutti i trucchi e suggerimenti per costruire una ricetta con il metodo all grain.
La 5° edizione vede poi crescere lo spazio dedicato alle mostre che salgono a tre: i primo weekend sarà dedicato a boccali in ceramica e insegne pubblicitarie, il secondo a boccali e bicchieri in vetro, e l’ultimo ai gadget della birra.
Naturalmente non mancheranno le gastronomie, con specialità culinarie da tutta Italia e oltre e ci sarà inoltre la possibilità di farsi raccontare, direttamente dal cuoco, tutti i segreti della fiorentina.
Da non dimenticare infine una delle novità 2016: lo spazio pub gestito dal celebre Drunken Duck di Quinti Vicentino che offrirà una vasta e rinomata selezione dalla proprie spine.
A garanzia di poter degustare in tranquillità e senza carenza di spazi, ci sarà la tensostruttura di 400 metri quadrati all’esterno e un totale di 140 ampi tavoli disponibili.
Il tutto sarà come di consueto arricchito da spettacoli a sorpresa nonché dal consueto bicchiere omaggio per i primi mille visitatori di ogni venerdì. Chi arrivasse tardi, ma volesse bere nel vetro, non resterà comunque a bocca asciutta: è infatti sempre possibile ritirare il boccale su cauzione, per poi decidere se tenerlo come ricordo – o come utile strumento per il weekend successivo – o restituirlo.
Da segnalare infine la rinnovata disposizione degli spazi: mentre il padiglione principale ospiterà birrifici e gastronomie, quello laterale sarà appositamente dedicato agli stand istituzionali – aziende e collezionismo – e alla caffetteria.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...