lunedì 27 giugno 2016

Pasta fredda al pesto con quartirolo, pomodorini e olive taggiasche. Antò, fa caldo...

Chi non ricorda quella pubblicità del the freddo, di circa dieci anni fa, di quel fidanzato che voleva fare il romantico con la sua ragazza e lei priva di forze scostandosi gli rispondeva: "Antò, fa caldo..."?
Ecco, io in questi giorni mi sento proprio così! Priva di forze e intollerante a questo fastidioso caldo umido.
Ma come stavo bene i giorni scorsi quand'ero in vacanza in Toscana e c'era freschino e sempre nuvoloso.
Vedi la vita, o forse gli anni che passano, come ti cambia le cose... Io ero come una lucertola, amavo stare ore e ore al sole e non mi dava alcun fastidio e passeggiare per Milano nelle ore più calde per me era un piacere.
Non parliamo poi di quando andavo a pescare... Sotto al sole cocente di luglio, dalla mattina al tramonto. Oggi potrei morire dopo mezz'ora.
Cerco quindi di rendere meno insopportabile questo periodo cucinando cibi che mi diano un senso di freschezza e, oggi, ho preparato questa gustosissima pasta fredda che vi consiglio di provare.

pasta fredda con verdure
 
 pasta fredda estiva
 
 
Per 4/6 persone:
- per la quantità di pasta regolarsi in base alle proprie abitudini
  (io ho utilizzato 400 gr di penne rigate ma va bene qualsiasi pasta corta)
- 3 cucchiai di pesto ligure
- 300 gr di quartirolo (o feta greca)
- 400 gr di pomodorini
- 4 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
- olio e.v.o.
- sale
 
Cuocere al dente la pasta in abbondante acqua salata, prima di scolarla aggiungere acqua fredda per bloccare la cottura. 
Travasarla in una grande insalatiera e condirla con un po' di olio extra vergine di oliva per non farla attaccare e lasciarla raffreddare avendo cura di mescolarla di tanto in tanto.
Nel frattempo tagliare il quartirolo (o feta greca) a piccoli quadratini, lavare i pomodorini e tagliarli a metà quindi metterli in un colino per cinque minuti a perdere la loro acqua.
 
pasta fredda estiva
 
Una volta raffreddata, condire la pasta con il pesto e unire il quartirolo (o feta greca), i pomodorini e le olive taggiasche.
Mescolare molto bene, ma delicatamente per non rompere il formaggio.
Questa pasta fredda va conservata in frigorifero ed è buonissima anche il giorno dopo. Anzi, io la trovo migliore perchè si insaporisce.
Toglierla dal frigorifero almeno mezz'ora prima di consumarla.
 
Come sempre, per arricchire ulteriormente tutti miei piatti, uso un eccellente olio extra vergine di oliva prodotto in Toscana dall'Azienda agricola Talente.
Si fa apprezzare anche solo versato su una fetta di pane...
 
 

4 commenti:

  1. Con questo caldo la pasta fredda è l'ideale!
    A presto,
    Ale
    http://www.golosedelizie.com/2016/06/polpettone-di-carne-al-forno.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, più che altro non necessita di lunghi tempi davanti ai fornelli...
      A presto, Lorena

      Elimina
  2. Per il momento sono ancora in fase lucertola anche se la mia cucina si è un po' "rinfrescata" prediligendo insalate di verdura, pasta e cereali :-) La tua fa proprio gola, bravissima Lore e tieni duro ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, poi tu il mare ce l'hai in casa... Ottimi piatti da consumare anche sotto all'ombrellone.
      Un abbraccio da chi boccheggia in città, Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di Sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...