mercoledì 25 gennaio 2017

Coniglio in umido con olive taggiasche e cucunci. Alla ligure? No, alla Briciole...

Ieri sera appena mi sono infilata sotto al mio caldo piumone in morbida flanella, mentre mi stavo ben sistemando, mi sono accorta di avere un sorriso di beatitudine e di grande benessere poi subito smorzato da un pensiero involontario che mi ha fatto sentire in colpa, pur non avendone, per il fatto di sentirmi tanto bene mentre nello stesso identico momento c'era tanta gente a noi vicina che stava passando momenti di grande disperazione.
Immaginavo quale stato d'animo potesse avere chi si trova tuttora intrappolato all'interno del Resort di Farindola sotto a metri di neve, magari con poca possibilitá di movimento e poca aria, con il buio totale, senza alcuna cognizione del tempo e con la speranza di essere ritrovato vivo che si fa sempre più flebile. Penso si possa impazzire per questo.
Mi sono ritrovata a pregare per loro, cosa che non faccio neanche per me, parlando con un Dio che sinceramente non comprendo a che gioco sta giocando e come possa, lui che tutto può, non allungare la sua amorevole mano per porre fine a tanta sofferenza. Misteri della fede...
Comunque, dato che la vita continua, torniamo a parlare di frivolezze terrene e vi racconto come è nato questo piatto.
Ho acquistato il coniglio con l'idea di farlo alla ligure, che prevede le olive taggiasche, ma cercando in internet la ricetta originale ho trovato molte ricette una diversa dall'altra ma nessuna mi ha convinta più di tanto.
Quindi ho deciso di personalizzarla a modo mio e vi assicuro che il risultato è stato più che soddisfacente.
 
coniglio in umido

ricette coniglio

Una tavola ben apparecchiata, come piace a me, questo coniglio accompagnato a delle patate al forno, il mio pane rustico e un eccellente vino rosso trentino. Godiamoci il presente...

apparecchiare la tavola

villa corniole

- 1 kg circa di coniglio a pezzi
- un piccolo ciuffetto di erbe aromatiche (salvia, rosmarino, timo, foglie di mirto e alloro)
- 1 spicchio di aglio
- 2 cucchiai di olive nere taggiasche
- 2 cucchiai di cucunci
- 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
- 1 scalogno
- sale
- olio e.v.o.

- 1 litro di latte (facoltativo)

Mettere il coniglio in una ciotola capiente con un litro di latte e lasciarlo a bagno tutta la notte in frigorifero. Estrarlo circa un'ora prima di cucinarlo ed eliminare il latte.
Con questo accorgimento la carne rimarrà molto più morbida e dolce ma, ovviamente, questa fase si può anche saltare.
In una larga padella fare soffriggere lo scalogno finemente tritato in olio extra vergine di oliva quindi aggiungere i pezzi di coniglio e, a fuoco vivace, farli scottare prima da una parte poi dall'altra.
Preparare un trito grossolano con le erbe aromatiche e lo spicchio di aglio, unire al coniglio e aggiungere circa un bicchiere di acqua calda e il concentrato di pomodoro.

trito erbe aromatiche

Mescolare, regolare di sale e lasciare cuocere a fuoco medio con il coperchio leggermente scostato per circa 20 minuti facendo attenzione che non si asciughi, eventualmente aggiungere ancora acqua calda.
Aggiungere le olive taggiasche e i cucunci, fare cuocere ancora 15 o 20 minuti girando spesso i pezzi di coniglio e facendo sempre attenzione che rimanga dell'intingolo.
Servire ben caldo.

cucunci e olive taggiasche

Come vi dicevo a inizio pagina, ho accompagnato questo gustosissimo e saporito piatto ad un vino trentino di pregio. 
Il Cimbro rosso, un blend di Teroldego e Lagrein, viene prodotto dall'Azienda vitivinicola Villa Corniole.

vini trentini
 

10 commenti:

  1. A me piace il coniglio a mio marito NO. L'ho acquisto a pezzi poco solo per me e fatto fritto ma con le olive e i cucunci deve essere super lo voglio provare alla grande me lo mangio io in due volte. Grazie cara un abbraccio e buona serata.
    (Sopravvivo :D :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Edvige, vedrai che ti piacerà e te lo mangerai tutto in due giorni. Buona serata anche a te.
      Abbraccio, Lorena

      Elimina
  2. Cara Lorena,
    ho pubblicato poco tempo fa la ricetta del coniglio alla ligure ma non avevo pensato ai cucunci, che adoro. Hai sempre delle idee strepitose, bravissima...io in questi giorni sto cucinando tanto per non pensare alle cose terribili che accadono, il cibo è come un antidoto che grida alla vita di andare avanti nonostante tutto.
    Un abbraccio forte,
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Anna, anche a me piacciono molto e infatti ho provato ad aggiungerli in fase di preparazione e ne sono rimasta contenta.
      Per quello che sta succedendo che dire... quella povera gente sembra non debba avere più pace. Vedere i telegiornali è diventato uno strazio.
      Ti mando un abbraccio e ti auguro buona notte. Lorena

      Elimina
  3. Si vede che è una bontà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaa aahah grazie Francesca. Comunque si, era veramente buono. Una buona serata, Lorena

      Elimina
  4. Alla Ligure...alla briciole.. fa niente! Ma averne una po'? 😋 la scarpetta? Almeno quella dai....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahha ahahahha Simo, oramai non c'è neanche più la pentola da lavare... E' finito in un attimo.
      Buona serata, Lorena

      Elimina
  5. Anch'io lo cucino sempre con le olive (unica ricetta che conosco e che mi fa sempre andare a colpo sicuro!!!)
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Mila, effettivamente é di facile preparazione e il risultato é garantito e apprezzato da tutta la famiglia.
      Buona giornata anche a te, Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di Sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...