Risotto con radicchio, gorgonzola e noci. Tocco magico... aggiunta di raspadüra

Eccomi qua, con il primo post sul nuovo blog...
O meglio, il blog è sempre lo stesso ma è cambiata “la veste”. Decisamente più in linea con i tempi e soprattutto compatibile con i dispositivi mobili.
Mi sento un po’ spaesata, come quando si cambia casa e i primi giorni ci si guarda intorno, quasi nulla è familiare e qua e là ci sono ancora scatoloni da disfare.
Ma è vero anche che cambiare fa bene, è un rinnovare entusiasmi e voglia di fare.
Quindi... si riparte!
Vi propongo una ricetta che ho fatto per la prima volta e a casa mia è strapiaciuta. Un risotto delicato ma nello stesso tempo di gran gusto. Provare per credere.
Per chi non conoscesse la Raspadüra, a fine pagina può trovare informazioni, curiosità e un video.

raspadüra

raspadüra

Preparazione facile
Per 4 persone:
- per la quantità di riso regolarsi in base alle proprie abitudini (io ne ho utilizzato 350 gr)
- 1 lt circa di brodo vegetale
- un cespo piccolo di radicchio tondo (oppure se è grosso usarne metà)
- 150 gr di gorgonzola dolce
- gherigli di 12 noci circa (più 2 intere da usare come guarnizione)
- mezza cipolla piccola
- sale
- burro
- scaglie sottili di parmigiano o raspadüra (facoltativo)

Lavare, tagliare a fettine sottili il radicchio e scolarlo.

risotto con radicchio gorgonzola e noci

Scaldare il brodo e tenerlo poi a fuoco basso.
In una casseruola fare sciogliere un pezzo di burro e farvi ammorbidire la cipolla finemente tritata.
Aggiungere il riso e farlo tostare qualche secondo.
Ora aggiungere il radicchio e versare un mestolo di brodo. Quando il riso lo avrà quasi completamente assorbito, aggiungerne un altro e proseguire così.
Regolare di sale.
Nel frattempo togliere la crosta al gorgonzola, rompere le 12 noci e tritarle grossolanamente.
Rompere delicatamente le due noci che servono come guarnizione del piatto e dividerle in quattro metà.

risotto con radicchio gorgonzola e noci

Quando mancano circa cinque minuti al termine della cottura del riso, aggiungere il gorgonzola e le noci tritate.
Mescolare delicatamente per amalgamare il tutto.
Al termine della cottura, lasciare riposare un paio di minuti.
Servire ben caldo, cospargendo con qualche scaglia di parmigiano o raspadüra e mezza noce come guarnizione.

ORIGINI E CURIOSITA' SULLA RASPADÜRA
Raspadüra è un termine della lingua lombarda occidentale che in italiano significa raschiatura.
Le sottili sfoglie di raspadüra sono, infatti, raschiate progressivamente dalla superficie della mezza forma con l'aiuto talvolta di un tornio manuale che fa girare su sé stesso il formaggio e di un particolare coltello flessibile, piatto e ricurvo, che nei mesi più freddi può essere anche scaldato in modo da ottenere nastri soffici di grana che si arricciano su loro stessi.
La raspadüra nacque come cibo povero e in passato era ricavata da forme di Granone Lodigiano imperfette, mentre oggi sono impiegate forme sane di stagionatura adatta per essere tagliate senza sfaldarsi.
Ai tempi le forme di Granone Lodigiano prodotte nelle casere delle cascine, entro il sesto mese venivano verificate per guasti di stagionatura. Potevano presentare dei difetti di compattezza, crepe o bolle interne, che si sentono martellando le forme, allora il casaro scartava le forme difettose che venivano tagliate a metà e talvolta donate ai contadini della cascina, ma più comunemente portate a Lodi per essere vendute come raspadüra.
Dunque la raspadüra fu dapprima un sottoprodotto della lavorazione del grana, a basso costo per i poveri che non potevano permettersi il formaggio stagionato da grattugia, mentre ora è una pietanza ricercata anche da golosi gourmet.
In molti paesi del Lodigiano in occasione dei giorni di mercato è possibile assistere ancora oggi alla raspada, ossia la raschiatura delle forme giovani di formaggio grana che viene fatta sul momento a richiesta del cliente.


5 commenti

  1. Mi affaccio timidamente nella tua nuova casina e la trovo molto accogliente :-) Golosissimo anche il piatto che mi invita a sedermi a tavola e gustarmelo con calma e trasporto ^_^
    Buona settimana Lore e ben ritrovata <3

    RispondiElimina
  2. Complimenti cara Lorena, la nuova veste del tuo blog è veramente molto bella! Rispecchia la tua eleganza ed il tuo buongusto:)
    Mi piace molto anche il tuo risotto, da provare!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Bello tutto, ricette interessantissime. Felice di aver trovato questo blog.

    RispondiElimina
  4. Sai te l'avrò gia detto io sono risottara e quindi questo è mio. Conosco la raspadura difficile trovarla qui dovrei farla...a casa...
    Buona serata cara grazie.

    RispondiElimina
  5. Dearest Lorena,
    Oh, that is such a lovely recipe and how much I love radicchio! As for the gorgonzola, it is not good for our low cholesterol diet... So we have to be careful with what we eat.
    LOVE that video, it is an art for scraping like that.
    Sending you hugs,
    Mariette

    RispondiElimina

Professional Blog Designs by pipdig