Coniglio alla lavanda e olive taggiasche

Povera lavanda, come è sottovalutata...
Se pensiamo a questo fiore ci vengono subito in mente i sacchettini per profumare i cassetti oppure le saponette o le colonie per le signore di una certa età tutte pizzi e merletti.
E invece la lavanda è una pianta dalle mille proprietà, se ne utilizzano i preziosi fiori perché ricchi di principi attivi.
Sono utili come sedativi e calmanti per il sistema nervoso, da utilizzare in caso di ansia, agitazione, nervosismo, mal di testa, stress ed insonnia.
La lavanda ha anche un’azione balsamica sulle vie respiratorie quindi è consigliata in caso di influenza, tosse, raffreddore e catarro.
Grazie alle sue magiche proprietà antispasmodiche, limita la presenza di gas a livello gastro-intestinale per cui calma dolori e spasmi addominali, distendendo la muscolatura del ventre. Viene molto usata anche per le vertigini.
Ma non solo... La si può utilizzare anche in cucina per la preparazione di ottime ricette dolci e salate.
Tutte queste interessanti nozioni sulla lavanda le ho apprese grazie ad un piacevolissimo week end trascorso sull'Appennino Tosco/Emiliano/Ligure dall'amica Chally che ha un bellissimo B&B ed inoltre coltiva la lavanda, in regime assolutamente biologico, per ricavarne il prezioso olio essenziale e l'idrolato di lavanda.
Proprio in questi giorni a cavallo tra luglio ed agosto cade il periodo di raccolta; occorre tagliare i fiori di lavanda subito dopo che la rugiada della notte si è asciugata, ma prima che faccia troppo caldo.
Fortunatamente ho fatto in tempo a vedere i campi in piena fioritura e vi assicuro che è stata un'esperienza magica. Il profumo inebriante ma delicato, il silenzio rotto solo dal brusio delle moltissime api al lavoro e l'incanto delle mille farfalle che si posavano sui fiori.
Di quel bel week end ne conservo il ricordo ma non solo; l'amica Chally mi ha regalato un mazzo di lavanda da portare a casa per profumare i locali.
Alcuni fiori ormai secchi li ho utilizzati per cucinare questo meraviglioso coniglio alla lavanda e olive taggiasche che assolutamente vi consiglio di provare.
Vi sembra un abbinamento azzardato? Provatelo e poi se non ne sarete soddisfatti vi autorizzo ad insultarmi...
Ora devo pensare a qualche altra ricetta, magari dolce.

ricette con la lavanda

ricette coniglio

Preparazione facile
Per 4 persone:
- 1 coniglio di circa 1,4 kg a pezzi
- trito di verdure per il soffritto
  (io ho utilizzato una dose del mio utilissimo preparato per soffritti congelato)
- 1 bicchiere di vino bianco secco
- 4 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
- 2 cucchiaini di fiori secchi di lavanda biologica
- timo essiccato
- dado
- olio e.v.o.

- 500 ml di latte (facoltativo)

Consiglio:
il giorno prima di cucinare il coniglio, lo metto in una ciotola - di misura adeguata - con il latte. Lo copro con carta trasparente e lo conservo in frigorifero fino a qualche ora prima di cucinarlo.
Rimane tenerissimo.

Risciacquare i pezzi di coniglio sotto l'acqua corrente.
In una capiente casseruola, possibilmente in terracotta, fare ammorbidire per qualche minuto il trito di verdure in olio extra vergine di oliva e mezzo bicchiere di acqua.
Posizionare nella casseruola il coniglio, spruzzarlo con mezzo bicchiere di vino bianco e fare insaporire, da entrambe le parti, per circa una decina di minuti.
A questo punto aggiungere il restante vino bianco e mezzo bicchiere di acqua, le olive taggiasche, i fiori di lavanda, un pizzico di timo e il dado.
Proseguire la cottura a fuoco medio con il coperchio leggermente scostato aggiungendo, se serve, ancora un poco di acqua.
In tutto la cottura deve durare circa 40/45 minuti.
Servire il coniglio ben caldo aggiungendo, magari, anche qualche fogliolina di timo fresco per dare colore.

ricette con i fiori

Qualche immagine della mia bellissima giornata tra i campi di lavanda prima che venisse tagliata...

proprietà della lavanda

fiori di lavanda

come usare i fiori di lavanda

Follow me on
https://www.instagram.com/bricioledisapori/

7 commenti

  1. Sono stata in vacanza in Provenza e ancora i miei occhi brillano di lavanda! Grazie per questa splendida ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È uno spettacolo unico. L'anno prossimo ancora...
      Buona serata e grazie a te, Lorena

      Elimina
  2. La proverò senz'altro ma in inverno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lelena, ma non è un piatto espressamente invernale... Buona serata, Lorena

      Elimina
  3. Cara Lorena,
    Così spesso una delle tue ricette speciali mi rende felice, così fa questo con il coniglio.
    È passato oh così tanto tempo da quando l'ho preparato!
    Non disponibile qui e una cara vecchia amica dai Paesi Bassi vicino ad Atlanta mi ha mostrato un negozio speciale per l'acquisto.
    Ho sempre amato prepararlo, ma la tua ricetta di lavanda suona deliziosa e senza dubbio lo è!
    Una volta dal dentista mi è stato chiesto dall'igienista quali piatti speciali abbiamo preparato nei Paesi Bassi e ho menzionato; coniglio. Lei disse ad alta voce: 'Oh no, tu fai il coniglio di Pasqua?... Difficile da spiegare a chi non ha familiarità con una certa cultura...
    Abbracci,
    Mariette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Mariette, scusa per il ritardo nella risposta ma é un periodo un po' così...
      Si effettivamente anche qui il coniglio si cucina sempre meno perché ormai sta diventando un animale da compagnia come il cane e il gatto.
      Io ti dirò che lo faccio poche volte, questa volta l'ho cucinato così e ti dirò che è davvero buonissimo.
      Spero tu sia in vacanza in qualche bella località e, ovunque tu sia, ti mando un grosso abbraccio.
      Lorena

      Elimina

Professional Blog Designs by pipdig