giovedì 9 maggio 2013

Mezze penne ai gamberi, zucchine e pistacchi di Bronte

Ieri al lavoro è stata proprio una giornataccia. Che fatica a volte sopportare il capo...
Per tirarmi su avevo bisogno di qualcosa di buono per lasciarmi alle spalle i pensieri lavorativi. 
Ho la fortuna di avere davanti all'ufficio un grande centro che vende solo ottimo pesce congelato, avevo già in mente da qualche giorno una ricettina!... Perciò sapevo già cosa acquistare, ho preso le code di gambero (ovviamente congelate) ma erano già le 18,40 e dovevano scongelarsi per la cena. Mi è venuta quindi l'idea, nel tragitto in macchina verso casa, di mettere il sacchetto con i gamberi sul bocchettone dell'aria.
Mezz'ora di viaggio e sono arrivata a casa con i gamberi quasi completamente scongelati. Mi è bastato metterli sotto l'acqua corrente per qualche minuto ed eccoli pronti per la pentola...
Alla velocità della luce ho preparato un primo veramente gustoso grazie ad una pasta artigianale toscana di alto livello, al pregiato pistacchio di Bronte e ad un olio extra vergine di oliva toscano di ottima qualità.
 
 
 

Per 4 persone:
- per la quantità di pasta regolarsi in base alle proprie abitudini
   (io ho utilizzato 400 gr di mezze penne)
- 400 gr di code di gambero sgusciate
- 2 zucchine
- 8 pomodorini pachino o ciliegino
 - 2 manciatine di pistacchi sgusciati
- vino bianco secco
- 2 o 3 spicchi di aglio
- prezzemolo
- sale e peperoncino
- olio e.v.o.

 
Preparare le zucchine tagliate a listarelle sottili, i pomodorini tagliati in quattro e i pistacchi tritati grossolanamente. 


Fare soffriggere, in una larga padella,  l'aglio nell'olio extra vergine di oliva quindi aggiungere le code di gambero, salare, mettere una punta di peperoncino e lasciare insaporire per qualche minuto.
Sfumare con una spruzzata di vino bianco e lasciare evaporare.  
Aggiungere i pomodorini, le zucchine e il prezzemolo, regolare di sale e fare cuocere ancora per pochi minuti a fuoco vivo (le zucchine non devono diventare molli).


Scolare la pasta al dente e farla saltare nella padella con i gamberi e, infine, cospargere con i pistacchi tritati.
Servire versando un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.

Ringrazio il Pastificio artigianale Fabbri, Dolce smeraldo per il pistacchio di Bronte D.O.P., Azienda agricola Talente per olio Cassiano D.O.P.
 

4 commenti:

  1. Che bella questa pasta, la prossima volta che vado nel negozio di surgelati, copio questa ricetta!

    RispondiElimina
  2. Questo piatto consolerebbe anche me che stamani mi sono beccata una bella romanzina dal boss :-(
    Brava e buon WE <3
    la zia Consu

    RispondiElimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...