sabato 23 agosto 2014

Crostini Toscani con pecorino di Pienza e lardo di cinta Senese ... Il paradiso è servito!

Devo proprio dire che la vacanza fatta a giugno in toscana mi ha proprio lasciato il segno (tanto che, al più presto ci ritorno).
Posti splendidi davvero e la cucina... mamma mia che meraviglia. Prodotti stupendi e stupendamente cucinati.
Già di mio amavo le bruschette, o crostini o come meglio si vogliono chiamare, ma in toscana ho trovato una gran varietà di gusti. Tutti eccellenti.
Eccone un esempio.

bruschette toscane



- pane toscano "sciocco" (senza sale) a fette
- pecorino di Pienza
- lardo di cinta senese
- olio e.v.o.
- prezzemolo
- pomodorini ciliegino

Tagliare a fette alte circa mezzo centimetro il pecorino e, con l'affettatrice, tagliare il lardo.
In una larga padella versare pochissimo olio extra vergine di oliva e fare leggermente dorare le fette di pane. Prima da una parte poi dall'altra.
Toglierle dal fuoco e, su ognuna, mettere una o più fette di pecorino e di lardo (senza esagerare).
Foderare con cartaforno una teglia quindi mettere le fette di pane così farcite in forno, precedentemente riscaldato a 180°, per pochi minuti o fino a quando il pecorino comincia a sciogliersi. Attenzione a non aspettare troppo altrimenti tutto il pecorino si lascerà andare sulla cartaforno.
Servire ben caldi con una spolverata di prezzemolo fresco tritato e pomodorini ciliegino tagliati a metà.
 
Ovviamente con i prodotti originali il piatto è superbo ma, in mancanza, si possono anche utilizzare prodotti simili.
Un normale pane casereccio a fette, un pecorino a pasta semi morbida non troppo saporito e un buon lardo.
 
Questa mia ricetta è stata pubblicata su:
 
 

6 commenti:

  1. salve,anche noi di ritorno da ...Pienza,Montalcino,S.Quirico e dappertutto abbiamo iniziato i "banchetti"stile antichi romani con i crostini di rara bontà ,hai provato i pici all'aglione che bontà? E la pappa al pomodoro? Tutto questo = + 6kg !!!pazienza....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ahahahha, quando si va in Toscana non si può pensare alla linea...
      Io ero proprio a San Quirico d'Orcia e ho girato tutt'attorno. Che terra meravigliosa.
      A Montepulciano ho trovato le enoteche che offrivano "assaggi" come dici tu stile banchetti romani.
      I pici all'aglione li assaggerò a settembre quando tornerò nuovamente in Val d'Orcia e vorrei assaggiare anche la famosa pappa al pomodoro.
      Mi ha fatto piacere la tua visita sul mio blog e spero di "leggerti" ancora. Un saluto, Lorena

      Elimina
  2. Anch'io sono appena tornato dalla Toscana, ma non ho voluto pesarmi...! (Ma tanto presto ci ritorno)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andreaaaaa, anch'io ci torno... Prestissimo.
      A presto, Lorena

      Elimina
  3. Ciao Lorenza, questi crostini sono la fine del mondo! Certo che la Toscana è proprio una terra fantastica!
    È tu con i tuoi post e foto stupende...ci fai sognare ad occhi aperti!
    Adoro tutti i tuoi post!
    Bravissima!
    Un abbraccio Laura♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, le tue parole mi fanno emozionare.
      Mi chiedo sempre se i miei post possono interessare a qualcuno, io li scrivo con il cuore e quelli della Toscana li ho scritti con gran facilità perché in quella terra è tutto talmente bello che basta semplicemente riportare il visto e vissuto.
      Sono davvero contenta che tu li abbia apprezzati. Un abbraccio anche a te e buona settimana, Lorena

      Elimina

Vi ringrazio di aver visitato Briciole di sapori e spero verrete ancora a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...